Torino Smart City: 45idee perchè Torino è la città dove nasce il futuro. Da sempre.

IMG_20131213_124029.783Venerdì scorso sono stati presentati i progetti elaborati dai tavoli di lavoro Smile su Mobility – Inclusion – Life&Health – Energy – Integration, da questi tavoli di lavoro sono emerse 45 idee per cambiare Torino. E’ possibile trovare le proposte al link ufficiale www.torinosmartcity.it
Il convegno è stato interessante, ma purtroppo sono stati pochi gli approfondimenti dei progetti, si è parlato molto dei soggetti istituzionali coinvolti (Politecnico, Iren, TorinoWireless….) ma poco delle prospettive di una città Smart. C’è da dire che alcuni interventi sono stati comunque molto interessanti, a partire da quello del sindaco che afferma che i progetti smartcities sono uno degli assi strategici per caratterizzare la mostra città e che la gli elementi che caratterizzano sempre di più la nostra città sono il cambiamento e l’innovazione. E’ essenziale che dalle tecnologie digitali si riesca a trarre sempre più nuove opportunità di vita e di crescita, perchè queste sono ormai diventate un background trasversale.

Altro elemento interessante è stao il pensiero delle città e della sua evoluzione, mi ha fatto pensare quando qualcuno ha affermato che le città sono diventate intelligenti quando hanno iniziato a dotarsi delle reti: prima idrica e poi fognaria. E oggi di quale nuova rete abbiamo bisogno?

La progettazione per Torino Smart City dei tavoli Smile, si è sviluppata attorno a 5 tavoli di lavoro tematici (dedicati alle diverse aree di intervento) con oltre 10000 ore di lavoro che in 5 mesi hanno dato vita a 45idee che faranno di Torino la città Smart del futuro.

Quali sono i prossimi passi a detta dell’assessore all’ambiente? Vengono citate tre linee di indirizzo che per ora mi sembrano un obiettivo di minima e mi farebbe piacere ci fosse qualcosa di più:
1.Verificare l’allineamento delle 45 idee con i bandi europei, verrà costituito un gruppo di lavoro ad hoc.
2.Il potenziale di queste 45 idee è molto ampio e si dovranno coinvolgere le altre amministrazioni dell’area metropolitana.
3.Proporre il riuso e la replicabilitá delle idee a livello nazionale.

Dagli altri interventi nasce un elemento essenziale per le Smart Cities: il principio fondamentale è che le smart cities sono città che mettono i cittadini in grado di essere connessi e in relazione, ma non solo attraverso la rete Internet

Ma l’intervento che ritengo possa essere la chiave di volta o di svolta per Torino, l’ha fatto l’attuale presidente di Iren (F.Profumo):
“Generiamo efficienza nei nostri sistemi per generare opportunità di lavoro. Non avremo soldi in più,  ma dobbiamo generare un meccanismo per utilizzare meglio quello che abbiamo a disposizione e con quel che utilizziamo, generiamo nuovi spazi e nuove opportunità. Facciamo una consultazione pubblica per dare servizi migliori ai cittadini, riutilizziamo i progetti già avviati. Oggi la città produce più di quanto consuma, dobbiamo capire come utilizzare al meglio ciò che produciamo.”

 E infine: Rendiamo Torino veramente Smart e costruiamo un grande progetto sul welfare perché la città deve usare la propria intelligenza (Smart) per essere più vicina alle persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *