Elaborazioni sul piano giovani di Torino

Nella scorsa settimana è stato presentato il piano giovani del Comune di Torino, finalmente anche nella nostra città ripartiamo a ragionare sul tema cercando di dare ai giovani una valenza più ampia e trasversale e non solo in riferimento ad un assessorato. Il piano giovani presentato è ancora sotto forma di bozza e per ora è all’analisi della commission, seguiranno successivamente i passaggi formali in giunta ed in Consiglio Comunale per l’approvazione. Potete trovarlo a questo link.PIANO GIOVANI-semidef
A fronte dell’analisi e dei confronti che ho avuto ho fatto emergere alcune considerazioni e proposte all’assessore che provo a riportare per punti:
– i giovani non si possono racchiudere in categorie ed è più facile ascoltarli piuttosto che dir loro che cosa devono fare. L’ascolto è l’opportunità degli adulti per interpretare la realtà e anche per far vivere ai giovani stessi esperienze di protagonismo
– Torino deve diventare, in ottica Smart, uno spazio laboratorio in grado di essere utilizzato dai giovani per sperimentare le loro idee e per fare dare spazio alla loro creatività
– il piano giovani proposto e che trovate in allegato è pienamente condivisibile nei suoi obiettivi, ma propone delle azioni che rischiano di essere un aggiornamento di azioni già sperimentate e consolidate. E’ necessario confermare quanto fatto fino ad ora, ma è anche importante provare a sperimentare almeno un paio di nuove attività, ecco le mie tre proposte:
1. i laboratori dal basso: sulla scia di quanto sperimentato in Regione Puglia ( www.laboratoridalbasso.it ) proviamo a pensare delle azioni di formazione ed approfondimento che nascano dai giovani e siano per i giovani. Evitiamo di strutturare percorsi che gli adulti hanno pensato per loro. I laboratori dal basso possono essere una occasione per integrare azioni di protagonismo giovanile valorizzando la loro creatività e rispondendo ai fabbisogni del territorio
2. usa Torino: in un contesto con scarse risorse economiche disponibili elaboriamo un kit di servizi disponibili per associazioni di giovani che ne facciano richiesta. Il kit è costituito da strutture, servizi, competenze, spazi presenti nel Comune che possono essere utilizzati dalle associazioni giovanili che ne facciano richiesta senza doverlo pagare
3. informa giovani diffuso: diamo maggiori opportunità di conoscere e fruire dell’informagiovani utilizzando i luoghi in cui i giovani si trovano e creando opportunità di incontro con i servizi dell’informagiovani anche sui singoli territori

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *