Una lettera al sindaco sulle politiche giovanili

Negli scorsi giorni ho mandato una lettera al Sindaco per aprire una riflessione sulle politiche giovanili, mi sembrava il miglior metodo per segnalare l’esigenza di un progetto di politiche giovanili per il nostro Comune. Nelle prossime settimane dovremmo avere una commissione in cui approfondire con Fassino, a me piacerebbe ragionare sulle tematiche che propongo qui sotto…

Caro Sindaco, ti scrivo, su suggerimento del Capogruppo, sul tema delle politiche giovanili. Sono ormai tre volte (da dicembre) che dopo aver calendarizzato la V Commissione per parlare delle tematiche sopra riportate, non siamo riusciti ad approfondire il tema che peraltro era anche previsto nel seminario di maggioranza del 3/12 scorso (anche in quel caso avevamo tralasciato il tema per ragioni di tempo).

Non ti scrivo questa lettera per far emergere in modo strumentale alcune distrazioni, che credo imputabili maggiormente all’incalzare degli avvenimenti piuttosto che ad una precisa volontà, ma perché credo fermamente che i giovani siano il futuro della nostra città e che oggi solo loro possano essere la lente e la chiave di lettura che permette a noi adulti di interpretare il nostro tempo.

Penso che le politiche giovanili di un Comune così importante come quello di Torino meritino una attenzione particolare, sia per il nostro ruolo strategico e di pensiero per il livello nazionale che per le occasioni di partecipazione che possiamo creare qui ed oggi con i giovani. Ho sempre lavorato e lavoro tuttora con i giovani e per i giovani e mi sono reso conto che tutto ciò che gli adulti fanno con loro è un investimento di cui solo altri potranno vedere i frutti. Allo stesso modo c’è il rischio che le nostre azioni all’interno della Città di Torino possano dare frutti ben al di là del nostro mandato di “amministratori” comunali, di una cosa sono certo però: i frutti ci sono! a noi sta solo il compito di coltivare…

È in quest’ottica che ti chiedo di dare una nuova vitalità alle politiche giovanili della nostra città: ascoltiamo i giovani, parliamo con loro, lavoriamo al loro fianco ed elaboriamo percorsi ed azioni che ci vedano coinvolti insieme affinché l’esperienza di partecipazione di oggi sia laboratorio per il loro futuro.

In concreto: credo sia molto importante avere un primo iniziale momento di confronto, approfondito, con i tempi giusti, magari in V Commissione o in un incontro preliminare di maggioranza della V Commissione stessa.

Penso sia giunto il tempo, passati ormai quasi 8 mesi dalla nostra elezione, per parlare di giovani dando gambe ai progetti ed ai pensieri affinché possano anche realizzarsi, in particolare ritengo essenziale porre alla tua attenzione le seguenti tematiche:

– la partecipazione ed il coinvolgimento dei giovani stessi nella definizione delle politiche della città;
– la valorizzazione di tutti quei soggetti che si rivolgono ai giovani con una valenza educativa e di formazione alla cittadinanza, al di là delle azioni con finalità culturale (musica, teatro, sport, …);
– il sostegno al protagonismo giovanile nell’ottica di far emergere peculiarità e attitudini per promuovere una maggiore attenzione ai valori del lavoro e dell’autoimprenditorialità.

Sono certo che saprai cogliere nell’ottica giusta queste mie parole e soprattutto che saprai dare i giusti spazi a quei soggetti che in modo silenzioso nei nostri giorni, saranno gli attori della Torino che oggi disegniamo per loro.

Sono a disposizione per approfondimenti e chiarimenti e resto in attesa di un tuo riscontro, buona giornata,     Marco Muzzarelli