Alcune decisioni sul settore lavoro

In questa settimana abbiamo anche inziato ad analizzare alcune possibili attività nel settore lavoro. Purtroppo mi sto rendendo conto che questo ambito è spesso un po’ trascurato in quanto i commercianti fanno molte più pressioni, ma se devo essere sincero questa area è quella a mio parere più interessante ed allora sto cercando di aumentare un po’ gli spazi che gli dedico. In settimana abbiamo parlato di un po’ di possibili prospettive:

– Collaborazioni con il Lisem
– Bollino di qualità per imprese che ospitano stagisti
se vuoi conoscere le specifiche riflessioni continua a leggere… – Collaborazioni con il Lisem
Stiamo valutando l’opportunità di offrire dei percorsi formativi per incentivare l’imprenditorialità, l’idea è quella di offrire una formazione specifica in questo campo partendo dalle esperienze del Lisem e poi proporre a qualche persona del nostro territorio (giovane o no) di farsi accompagnare dal Lisem stesso nella eventuale apertura ed incubazione della loro impresa, le prospettive sembrano interessanti, vi terrò aggiornati

– Bollino di qualità per imprese che ospitano stagisti
L’idea è quella di valorizzare ed in qualche modo premiare tutte le imprese (e quindi anche gli esercizi commerciali) che ospitano stagisti presso la propria struttura, inoltre, vorremmo riconoscere in modo forte tutte quelle imprese che ospitano stagisti portatori di handicap. Io penso che se si trattasse di un esercizio commerciale io sare interessato ad andare ad acquistare in un luogo dove è certificato il fatto che è stata data la possibilità ad un portatore di handicap di fare uno stage presso quella struttura; insomma se devo scegliere dove comprare, che ha il bollino potrebbe essere privilegiato. Non sarà una cosa facile perchè anche il Comune di Torino voleva provare a fare qualcosa in questa direzione e spesso bisogna essere attenti a non dare l’impressione di rubare le idee o voler fare i primi…

Un commento

  • SteF

    Ciao MuZ, appoggio l’idea della collaborazione con il Lisem. La mia ragazza ha lavorato per un breve periodo in una azienda incubata presso il Lisem e mi è sembrato di capire che l’esperienza sia stata positiva dal punto di vista aziendale. Il giovane imprenditore è stato avviato all’impresa e già dal primo anno l’azienda ha avuto un buon fatturato.

    Mi raccomando stasera non perdere il posto!!! ;o)
    SteF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *